sabato 3 gennaio 2009

MA CI SONO O CI FANNO?



Avete visto il telegiornale ieri?" la notizia è questa : assolto il rotweiler che un mese fa ha aggredito e ucciso un uomo di quasi 60 anni mentre raccoglieva le olive nel cortile di amici", gli animalisti si sono battuti affinchè l'animale non fosse soppresso ed hanno vinto. adesso io mi chiedo che fine farà sta bestia? allora, chi mi conosce sa quanto io ami gli animali tant'è che ho due cani e un gatto . ho lavorato in un negozio di animali e ho maneggiato diverse bestie ( sono stata morsa da calopsite, furetto, criceto ,cavia,cocorita), fatta questa premessa chi è vicino a me sa che nel 2005 sono sopravvissuta all'aggressione del rotweiler del negozio dove lavoravo "sono stata fortunata!" questi animalisti che si battono tanto per i diritti degli animali devono però fare attenzione ad una cosa, io non ho voluto che sopprimessero il cane che mi ha ferita perchè ho pensato è giovane e si può rieducare, poi dentro di me pensavo anche, è un animale non ragiona come un umano chissà che gli è preso quel giorno, ho dato persino la colpa all'altro cane che abbaiava insistentemente e l'aveva fatto innervosire.la proprietaria ha cercato di mandarlo in un centro per rieducarlo ma nessuno ha accettato un cane che aveva aggredito con tanta violenza, perchè diciamocelo, sono persone anche quelle che devono trattare con l'animale...Questo cane ora vive in un recinto senza contatto umano , salvo per dargli da mangiare e allora mi donmando non era forse meglio la morte per questo cane? e il cane che ha aggredito quest'uomo in provincia di Chieti e che l'ha ucciso , dove verrà messo ? il cane in questione ha 14 anni non è più possibile rieducarlo. qui non si tratta di vendetta ma di amare un animale e decidere cosa è meglio per lui e il mio pensiero è la soppressione , questo cane per 14 anni ha vissuto in un giardino libero di girare dove voleva aveva dei padroni che lo amavano e lo coccolavano e adesso gli salviamo la vita ma lo mettiamo in una gabbia ed evitiamo ogni contatto perchè potrebbe aggredire di nuovo. Quelli che hanno questo tipo di cane non pensino " a me non può capitare il mio è buonissimo" perchè anche Bobo è sempre stato buonissimo, un coccolone con degli occhioni dolcissimi. NON VI FIDATE. lo sbaglio che si fa quando si ama un animale e di "umanizzarlo" cioè credere di sapere a cosa sta pensando niente di più sbagliato!!! con questo non voglio dire che siano cattivi ma sono animali con istinti completamente a noi sconosciuti. per questo a volte mi domando gli animalisti ma ci sono o ci fanno? ringraziandoli comunque per le lotte anche giuste che fanno per i diritti degli animali perchè sebbene noi umani "ragioniamo" siamo capaci di peggio verso le bestie.
scusato lo sfogo....

10 commenti:

Helena17 ha detto...

Fulvia io la penso esattamente come te!!! Perchè lasciarlo vivere da solo rinchiuso e con la paura che aggredisca o uccida qualcuno?!non ha senso...secondo me.
Mi dispiace tanto che tu abbia dovuto affrontare questa aggressione...l'importante è ke tu stia bene. un bacione auguroniiiii!!!

tobina ha detto...

Sottoscrivo in pieno, hai saputo dire quello che penso esattamente anch'io, soprattutto per il fatto che antropomorfizzando gli animali, trattandoli come esseri umani (e qualcuno addirittura come £figli" ci aspettiamo da loro reazioni che invece non possono avere, o al contrario ne hanno altre che ci scandalizzano, ma per loro si tratta semplicemente di ISTINTO...

Helena17 ha detto...

la scritta Smile sono dei trasferibili della Gaia comprati dalla Patty e sono veramente carinissimi!!!
Grz x i complimenti!baci

Philo ha detto...

Io soffro di cinofobia (non paura ma vero e proprio terrore per i cani)e per questo a volte sono accusata di poco amore per gli animali. Al contrario, proprio perchè li rispetto non trovo giusto costringerli alla convivenza in piccoli alloggi cittadini......soffriamo di depressione e stress noi...perchè loro dovrebbero trovarsi a loro agio? Inoltre quando passeggio sulla pista ciclabile e sono costretta a raggirare guinzagli lunghi decine di metri, a fare lo slalom tra mucchi di feci a macchia di leopardo mi chiedo chi sia veramente l'animale..... e gli animalisti di questo cosa dicono?
baci

Silva ha detto...

sono parzialmente d'accordo, il cane è...un cane per cui abbaia, difende il territorio, aggredisce se si sente minacciato e non usa il bagno per i suoi bisogni, siamo noi "umani" che dovremmo tenerli sotto controllo e che dovremmo pulire dove sporcano. Io ho due cani ed un gatto e non mi vergogno di dire che fanno parte della famiglia, piuttosto che vedere un mio cane chiuso in un recinto senza nessun contatto preferirei che lo abbattessero. Sarebbe anche meglio se gli umani la smettessero di allevare ed addestrare all'aggressione questi animali, sono dell'idea che tutti i padroni di cani in genere (anche di quelli piccoli e un pò rompi...) dovrebbero prima fare loro un bel corso per imparare la buona educazione, solo così potranno avere cani "ben educati"

baci
Silva

scrapperina ha detto...

Mia cara, è la prima volta che da te leggo uno sfogo così concitato e questo mi fa pensare che davvero l'argomento ti coinvolge profondamente. Come tu ben sai le persone che, come me, non hanno figli, tendono a curare gli animali umanizzandoli abbastanza, più di una volta mi sono resa conto, a mie spese, che l'affetto che ci danno spesso è più forte e meno interessato di quello umano, tuttavia penso che ci voglia buon senso in ogni cosa. Sono contro la sofferenza degli animali e il fatto di vedere cani in gabbia, rinchiusi e impauriti, che non conoscono la loro sorte...bè non è un bel vedere, certamente!
Sono convinta che le prime persone che devono essere "addestrate" siano i padroni, dopodichè si può discutere sulla sorte di un animale.
Non dimenticando mai che l'animale è puro istinto.....
Baci cara...Simona

Fulvia ha detto...

ciao silva voglio ringraziarti per il commento lasciato sul mio blog ed anche risponderti , il cane che mi ha aggredita non mi ha aggredita nè per difendere il territorio nè perchè inpaurito o minacciato,tre secondi prima di azzannarmi mi è salito addosso con le zampotte per prendersi un sacco di coccole e quando è sceso mi ha aggredita, perchè? non lo so so solo che io l'ho sempre rispettato e sotto un certo punto di vista temuto e ti posso garantire anche che Bobo , così si chiama il cane , non è mai stato addestrato ad aggredire. io continuo ad amare i cani perchè li rispetto in quanto cani so cosa aspettarmi da un cane (non di essere aggredita mica tutti fanno così) e non ho paura per me il cane resta sempre il migliore amico dell'uomo, non so se si può dire il contrario ....

Silva ha detto...

ciao Fulvia grazie del tuo commento, io non intendevo che il tuo caso in particolare fosse così, si sa che certe razze vengono incrociate proprio per aumentare l'aggressività innata e io questo non lo concepisco. Si capisce che tu ami i cani, non so in quanti sarebbero ancora così bendisposti e aperti verso di loro, mi ricordo di aver visto la ferita del tuo braccio ed era davvero impressionante, rimango cmq dell'idea che noi padroni di cani dovremmo essere obbligati ad avere una specie di "patentino" non solo per quelli pericolosi ma per tutti e staremmo tutti meglio!
un bacio e una abbraccio luminoso
spero di rivederti presto
Silva

Anto Io ha detto...

forse vi sembrerò senza cuore, forse vi sembrerò rozza....non importa!Voglio dirvi una cosa che ho imparato in una vita con cani(ne ho sempre avuti, il cane da caccia stupido e noioso che aveva paura quando il padrone imbracciava il fucile, il cane lupo buono come un pezzo di pane, il cocker aggressivo che dovevi buttargli la ciotola con il pasto se non volevi farti mangiare le dita ma che poi lontano dai pasti ti lappava le mani con amore, il mezzo appenzellese che scappava al botto di un tappo per rizzare il pelo quando qualcuno a lui sconosciuto toccava il bimbo piccolo,il mezzo pastore belga, quella che ho adesso, che se appena può passa il suo tempo sulla poltrona davanti alla stufa...)il cane è sempre un cane, non è un figlio, non è umano il cane è egoista, né più né meno che un gatto...un cane deve essere rispettato, perché noi non sappiamo niente di lui, non sappiamo cosa pensa se pensa....un cane è puro istinto...se in quel momento tu fai qualcosa che non gli garba...lui ti fa capire cosa ne pensa...peccato che lo faccia con i denti...il cane abituato alla libertà non può essere rinchiuso....meglio sopprimerlo...lui non capirà mai perché l'avete rinchiuso...educhiamo il padrone del cane...troppi cani sono lasciati sulle autostrade quando si va in vacanza...però a Natale andava bene come regalo sconsiderato....meglio un peluche...scusatemi mi sono fatta prendere la mano!Ma a qualcuno dovevo dire quello che penso...rispettiamo il cane ma ricordiamoci che è un cane!Non trattiamolo in un modo che lui non capisce...trattiamolo da cane!

kirarohn ha detto...

siete tutti degli ipocriti...voglio sperare ke siete anke pro alla eutanasia umana visto ke tutti vi preoccupate quanto possa soffrire quella bestia in gabbia,nn inferiore alla sofferenza a cui sono sottoposti gli esseri umani quando sono in coma vegetativo...x me va bene ke stia in gabbia..almeno è vivo!!sono un possessore di un rott e nn mi vergogno a dire ke sarei più cotento kiuderlo in gabbia piuttosto ke a togliergli la vita...egoista?può darsi ma pur sempre pro alla vita...nn c'è nessuna differenza dall'amare un cane e un persona ke può essere un genitore o un fratello...ammazzereste un vostro familiare xkè soffre?si?allora siete pro all'eutanasia complimenti...

Firma il Guest Book